Facciamo il pieno con i liquami urbani

Il primo distributore italiano di biometano a km zero derivato dai reflui fognari sta per vedere la luce.

“Sarà possibile trasformare i depuratori in bioraffinerie in cui dall’acqua sporca nascono nuovi prodotti, riaprire i canali e le rogge costruiti nel medioevo per ridurre l’impatto delle bombe d’acqua, sono tutte tessere di un mosaico di sostenibilità che si può realizzare in tempi brevi”, spiega Alessandro Russo, presidente del gruppo Cap.

Secondo i calcoli del gruppo, il solo depuratore di Niguarda-Bresso potrebbe produrre 341 tonnellate di biometano, sufficienti ad alimentare 416 veicoli che percorrono 20 mila chilometri l’anno. Con un costo di produzione di 0,58 euro al chilo, circa un terzo in meno del metano oggi acquistabile sul mercato. Un esperimento che interessa il gruppo Fca che ha 12 modelli di auto a gas pronti ad andare a biometano e che testerà le prestazioni delle vetture alimentate con i reflui di Milano.

“Solo dal sistema dei rifiuti urbani si potrebbero ricavare 670 milioni di metri cubi di biometano: è il 70% della produzione nazionale di metano e il 2% del consumo”, commenta Andrea Barbabella, responsabile energia della Fondazione per lo sviluppo sostenibile. “E’ una ricchezza che si spreca perché il sistema di recupero è bloccato”.

“Per raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata dei rifiuti urbani occorre aumentare la quota di frazione organica sottratta allo smaltimento: se si arrivasse a raccogliere il 72,5% dei rifiuti bio prodotti dalle famiglie italiane, da qui al 2020 potrebbe svilupparsi una vera e propria filiera di produzione del biometano facendo marciare con gli scarti della cucina tutta la flotta di automezzi della nettezza urbana”, aggiunge Alessandro Marangoni, il ceo di Althesys che sta preparando il rapporto Was 2016 sulle potenzialità economiche nel settore dei rifiuti. “Ci sono benefici valutabili, a livello economico, in oltre 1,3 miliardi di euro”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...