L’Italia sul podio degli acquisti con smartphone

Secondo i dati di DigitasLbi, aumenta tra gli italiani la propensione al commercio elettronico attraverso gli smartphone tanto da posizionarli nelle prime tre posizioni mondiali dietro i cinesi e alla pari degli spagnoli. Più scettici e prudenti, inglesi, francesi e tedeschi.

Saremo le stesse persone anche nei prossimi anni, ma le nuove tecnologie ci abiliteranno a ricevere nuovi servizi dedicati attraverso smartphone e tablet. Già oggi siamo raggiunti dal volantino della nostra catena preferita, possiamo creare la lista della spesa, farci consegnare la spesa a casa, consultare e condividere ricette. Gli italiani sono sempre più tecno-fans, lontani da quelle ultime posizioni che disegnano invece un Paese invecchiato, poco propenso a cambiare e innovare, assediato dalla burocrazia.

In cima alla classifica del commercio connesso c’è la Cina, in cui le novità tecnologiche applicate all’esperienza di acquisto sono ormai una realtà assimilata. Subito dopo vengono Italia e Spagna, Paesi che hanno accolto con entusiasmo la possibilità di utilizzare smartphone durante lo shopping on e offline. Interessati ma decisamente più prudenti Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia. Poi ci sono i Paesi scettici rispetto ad un’esperienza d’acquisto sempre più tecnologica – Germania, Olanda e Svezia – per chiudere con quelli più ritardatari, la Danimarca e il Belgio (fonte: DigitasLBi).

Nei prossimi uno o due anni aumenterà la domanda di e-commerce nel largo consumo: né è sicuro il 40 per cento degli shopper esigenti e il 64 per cento degli shopper intelligenti, che si rivolgeranno soprattutto al sito di una catena di distribuzione già esistente o a quello del produttore, con percentuali a decrescere per siti specializzati in e-commerce, siti di social shopping, siti di confronto dei prezzi e di gruppi di acquisto on line. Pochi coloro disposti a rivolgersi ad un social network. Nel carrello virtuale finiranno soprattutto prodotti per la cura della casa e della persona, seguiti da drogheria alimentare, bevande e farmaci da banco (fonte: Nielsen).

fonte : http://www.repubblica.it/economia/rapporti/osserva-italia/conad/2015/08/06/news/5_e-commerce-120515532/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...